L’effetto Murasame

L’effetto Murasame

L’effetto “Murasame” è un effetto speciale utilizzato nell’animazione tradizionale giapponese (anime) per creare un effetto di shine o brillantezza su oggetti, parti di armi o altri elementi lucidi. Questo effetto è spesso utilizzato per attirare l’attenzione dello spettatore su parti specifiche della scena.

Ho coniato il termine “effetto Murasame” per identificare l’effetto di shine su parti di armi o oggetti, come succede spesso con la protagonista “Murasame” nell’anime “Akame ga Kill!” da cui prende il nome. Inoltre, il termine “Murasame” significa letteralmente “pioggia leggera” e mi sembrava un termine perfetto proprio perchè l’effetto sembra creare un’illusione di gocce d’acqua che cadute su una superficie lucida, che creano questo riflesso di luce.

Per creare l’effetto “Murasame”, il disegnatore disegna delle linee parallele sull’oggetto o sulla parte dell’oggetto su cui vuole creare l’effetto di shine, cercando di mantenere la forma del solido sul quale si va ad aggiungere l’effetto. Queste linee possono essere diritte o curve, a seconda dell’effetto desiderato. Successivamente, l’artista aggiunge un’ombreggiatura gradiente alle linee, sfumando delicatamente le linee in modo che diventino sempre più chiare o più scure lungo la lunghezza della linea.

L’effetto “murasame” può essere utilizzato per creare un effetto di shine molto sottile e discreto, oppure può essere usato in modo più evidente per attirare l’attenzione su parti specifiche dell’oggetto. Questo effetto è molto comune nei manga e negli anime giapponesi, ma può essere utilizzato in qualsiasi tipo di animazione per creare un effetto di shine o di brillantezza.

In sintesi, l’effetto “murasame” è un effetto speciale utilizzato nell’animazione tradizionale giapponese per creare un effetto di shine su oggetti o parti di essi. Questo effetto viene creato disegnando delle linee parallele sottili sull’oggetto e aggiungendo un’ombreggiatura gradiente alle linee per creare un effetto di brillantezza. Questo effetto è spesso utilizzato per attirare l’attenzione dello spettatore su parti specifiche della scena.

# # # # # # #

ZYNGARO

ZYNGARO

ZYNGARO

ZYNGARO